• Monte Nerone Sentiero 3 - immagine 1
  • Monte Nerone Sentiero 3 - immagine 2
  • Monte Nerone Sentiero 3 - immagine 3
  • Monte Nerone Sentiero 3 - immagine 4
  • Monte Nerone Sentiero 3 - immagine 5
  • Monte Nerone Sentiero 3 - immagine 6
  • Monte Nerone Sentiero 3 - immagine 7
  • Monte Nerone Sentiero 3 - immagine 8
  • Monte Nerone Sentiero 3 - immagine 9
  • Monte Nerone Sentiero 3 - immagine 10
  • Monte Nerone Sentiero 3 - immagine 11 (I Muracci)

Sentiero CAI n. 3

Comprensorio: Monte Nerone
Località partenza: Piobbico
Località arrivo: I Muracci
Numero:
3
Quota partenza: 340 metri
Quota arrivo: 700 metri
Quota massima: 700 metri
Dislivello: 360 metri
 
Lunghezza: 2,9 km.
Difficoltà: T
Tempo salita: 1,00-1,15 ore.
Tempo discesa: 0,40-0,50 ore.

 

Il sentiero 3 del comprensorio del Monte Nerone è una facile via, che si sviluppa per lo più sul tracciato della strada che da Piobbico conduce alla vecchia cava, ora in disuso, che si trova all’estremità inferiore della gola dell’Infernaccio.

Il percorso non è segnato nella parte iniziale ed è scomparso nelle nuove edizioni della carta dei sentieri, tuttavia è facilmente percorribile ed individuabile, essendo necessario semplicemente imboccare la strada che parte dall’abitato di Piobbico, nei pressi del parco pubblico, e seguirla per alcuni chilometri nella sua lenta e costante risalita (il percorso è turistico, quindi le pendenze sono dolci), percorrendo gli ampi tornanti su fondo prima asfaltato e poi sbrecciato.

In corrispondenza di alcuni dei tornanti si trovano delle aree attrezzate con panchine, e proprio nei pressi di uno di essi parte il breve raccordo denominato sentiero 1A che permette di ricongiungersi al sentiero 1 che transita nella valle sottostante.

Nella parte finale si abbandona la strada per imboccare un sentiero (incrocio recentemente risegnato con segno di un albero contenente il numero del percorso) che si stacca sulla destra e si inoltra nel fitto bosco, con traccia molto evidente.

Una volta entrati nel bosco si affronta la salita finale (ancora caratterizzata da facili pendenze) che conduce fin sotto i ruderi dei Muracci, ciò che resta dell’antica residenza dei Brancaleoni, signori di Piobbico, dove uscendo sul filo di cresta si incontra il sentiero 2 che sale verso il Rifugio Corsini.

Questo sito usa cookies per migliorare la qualità del servizio offerto. Navigando su PesaroTrekking accetti il loro utilizzo.