• Monte di Montiego Sentiero 5 - immagine 1
  • Monte di Montiego Sentiero 5 - immagine 2
  • Monte di Montiego Sentiero 5 - immagine 3
  • Monte di Montiego Sentiero 5 - immagine 4
  • Monte di Montiego Sentiero 5 - immagine 5
  • Monte di Montiego Sentiero 5 - immagine 6
  • Monte di Montiego Sentiero 5 - immagine 7
  • Monte di Montiego Sentiero 5 - immagine 8
  • Monte di Montiego Sentiero 5 - immagine 9
  • Monte di Montiego Sentiero 5 - immagine 10
  • Monte di Montiego Sentiero 5 - immagine 11
  • Monte di Montiego Sentiero 5 - immagine 12 (cresta Balza della Penna)

Sentiero CAI n. 5

Comprensorio: Monte di Montiego
Località partenza: Piobbico
Località arrivo: Montiego
Numero:
5
Quota partenza: 334 metri
Quota arrivo: 662 metri
Quota massima: 725 metri
Dislivello: 400 metri
Nuova numerazione CAI:
405
Lunghezza: 4,0 km.
Difficoltà: E
Tempo andata: 1,45-2,00 ore.
Tempo ritorno: 1,15-1,30 ore.

Il sentiero 5 del comprensorio del Monte di Montiego è un bell'itinerario, di difficoltà escursionistica, che collega l'abitato di Piobbico con il piccolo borgo rurale di Montiego, attraversando il versante sud della montagna.

Il punto di partenza si trova all'interno di Piobbico, precisamente sulla strada provinciale che conduce ad Urbania, da dove si imbocca una viuzza sulla destra, inizialmente asfaltata (segno con numero 5 su muretto di pietra), che sale ripidamente sul fianco della soprastante montagna.

Dopo breve salita si incontrano alcuni ruderi, nei pressi dei quali la strada si tramuta in sentiero (è presente una freccia direzionale con il nuovo numero del percorso, il 405), e si comincia a salire in maniera piuttosto decisa circondati da una vegetazione di tipo arbustivo, composta principalmente da ginestre.

Il tracciato prosegue nella sua costante salita incrociando dapprima il bivio con il sentiero 10, che si stacca sulla sinistra alla volta dei ruderi del Castello dei Pecorari, e successivamente attraversando tutto il versante meridionale del Monte di Montiego, con l'ambiente circostante che cambia gradualmente, passando dall'iniziale panorama aperto con notevoli viste sulla vallata sottostante e sul dirimpettaio Monte Nerone, ad un ordinato bosco composto da alberi ad alto fusto, che garantiscono una fresca e rigenerante ombreggiatura.

Il percorso è stato recentemente ed ottimamente risegnato, cosa che permette di seguire facilmente la traccia corretta distinguendola da un nutrito numero di "false tracce" che si sviluppano ai lati del sentiero, soprattutto verso sinistra, una delle quali (poco prima dell'impluvio di un piccolo corso d'acqua) è in realtà il tracciato del sentiero 9, che conduceva in vetta al Montiego, oramai lasciato in stato di abbandono (totalmente privo di segnaletica) in quanto sostituito dal nuovo percorso 463 che si incrocerà in seguito.

Si raggiunge in questo tratto il punto di massima quota, da cui il tracciato inizia dolcemente a scendere, superando l'incrocio con il sentiero 6, che si diparte sulla destra verso Piobbico, quindi una edicola sacra dedicata alla Santissima Vergine posta sulla sinistra, ed infine raggiunge un ampio prato, caratterizzato da notevoli viste panoramiche verso nord-est. In questo punto occorre fare attenzione ad individuare la piccola traccia, comunque ben segnalata, che conduce con breve e ripida discesa al sottostante borgo di Montiego, distinguendola da quella pi√Ļ evidente del sentiero 463, che sale invece sulla sinistra verso la vetta del Monte di Montiego.

Il sentiero termina formalmente con il raggiungimento del caratteristico paesino, abitato solamente nei mesi estivi, ma si può decidere di proseguire, seguendo un'ampia strada sbrecciata che si inoltra nel bosco sulla destra delle case (presenti segni sbiaditi su alberi ed in seguito ometti di pietra), fino a raggiungere l'emozionante cresta della Balza della Penna, una vertiginosa parete a strampiombo sulla gola sottostante, da cui si gode di un panorama superbo.

La cresta è ovviamente molto esposta e pericolosa (la parete è alta circa 200 metri), e si consiglia di affrontarla solo se esperti ed utilizzando la massima cautela.

Questo sito usa cookies per migliorare la qualità del servizio offerto. Navigando su PesaroTrekking accetti il loro utilizzo.