• Monte Nerone Sentiero 16 - immagine 1
  • Monte Nerone Sentiero 16 - immagine 2
  • Monte Nerone Sentiero 16 - immagine 3
  • Monte Nerone Sentiero 16 - immagine 4
  • Monte Nerone Sentiero 16 - immagine 5
  • Monte Nerone Sentiero 16 - immagine 6 (Monticello)
  • Monte Nerone Sentiero 16 - immagine 7
  • Monte Nerone Sentiero 16 - immagine 8
  • Monte Nerone Sentiero 16 - immagine 9
  • Monte Nerone Sentiero 16 - immagine 10 (Fosso Cornobuio)
  • Monte Nerone Sentiero 16 - immagine 11
  • Monte Nerone Sentiero 16 - immagine 12

Sentiero CAI n. 16

Comprensorio: Monte Nerone
Località partenza: Fosso il Tragolone
Località arrivo: Bivio sentiero 12
Numero:
16
Quota partenza: 580 metri
Quota arrivo: 760 metri
Quota massima: 786 metri
Dislivello: 210 metri
Nuova numerazione CAI:
208A
Lunghezza: 2,1 km.
Difficoltà: E
Tempo andata: 0,40-0,50 ore.
Tempo discesa: 0,30-0,35 ore.

 

Il sentiero 16 (208A nella nuova numerazione) è un percorso, di difficoltà media, che collega i sentieri 18 e 12, attraversando il versante nord-est del Monte Nerone, nei pressi della cima minore denominata "Monticello".

Per raggiungere il tracciato si parte dalla provinciale 82 di Rocca Leonella, imboccando dapprima il sentiero 18 (ampia strada sbrecciata), recentemente risegnato e contrassegnato con il nuovo numero 221, seguendolo per poche centinaia di metri fino al punto in cui, ben segnalato da una freccia direzionale, effettua una secca svolta a sinistra, oltrepassando il fosso sottostante.
Il sentiero 16, invece, prosegue sulla destra lungo la strada bianca, inizialmente non segnato, con pendenze che da subito sono piuttosto impegnative. Nei pressi di un tornante della strada si incontra, proveniente da destra, una nuova variante del sentiero che sale direttamente dall'abitato di Cardella, e da questo punto in poi (proseguire comunque lungo la strada) la segnatura si fa evidente e permette di individuare correttamente il percorso.

Il tracciato prosegue lungo la strada oltrepassando altri tornanti, fino a che, in corrispondenza di uno di essi, la si abbandona per seguire un ampio sentiero (indicato da un evidente segno su albero), che sale con pendenze ancor più marcate sul fianco della cima chiamata "Monticello", raggiungendo in breve tempo una verde spianata con al centro un abbeveratoio (che purtroppo da tempo non fornisce acqua).

In questo punto occorre fare attenzione a non imboccare la traccia molto evidente che scende verso Bacciardi, mentre la via corretta è un po' più nascosta e si inoltra nel bosco in falsopiano, attraversando una zona inizialmente intricata, prima di incontrare i primi segni rossi che non lasciano dubbi sulla correttezza del percorso.

Il tratto in falsopiano prosegue attraversando una stretta valle, nella quale scorre il Fosso Cornobuio (guado abbastanza semplice, fare attenzione soltanto al fondo che può essere scivoloso nelle stagioni umide), ed effettuando quindi un passaggio a fianco di alcune caratteristiche roccette prima di giungere all'incrocio con il sentiero 12, che sale verso i prati della Montagnola proveniente dal vicino paesino di Bacciardi.

Questo sito usa cookies per migliorare la qualità del servizio offerto. Navigando su PesaroTrekking accetti il loro utilizzo.