• Monte Catria Sentiero 66 - immagine 1
  • Monte Catria Sentiero 66 - immagine 2
  • Monte Catria Sentiero 66 - immagine 3
  • Monte Catria Sentiero 66 - immagine 4
  • Monte Catria Sentiero 66 - immagine 5 (Monte Roma)
  • Monte Catria Sentiero 66 - immagine 6
  • Monte Catria Sentiero 66 - immagine 7
  • Monte Catria Sentiero 66 - immagine 8
  • Monte Catria Sentiero 66 - immagine 9

Sentiero CAI n. 66

Comprensorio: Monte Catria
Località partenza: Frontone
Località arrivo: Fonte Avellana
Numero:
66
Quota partenza: 417 metri
Quota arrivo: 831 metri
Quota massima: 862 metri
Dislivello: 520 metri
Nuova numerazione CAI:
254
Lunghezza: 5,9 km.
Difficoltà: E
Tempo andata: 2,30-3,15 ore.
Tempo ritorno: 1,45-2,15 ore.

 

Il sentiero 66 del Monte Catria è una vecchia via di collegamento che unisce Frontone a Fonte Avellana, transitando per i prati del Monte Roma. La partenza è proprio nell'abitato di Frontone, su una via secondaria che conduce al vecchio acquedotto. Purtroppo l'attacco non è segnato, così come tutto il sentiero che risulta totalmente privo di indicazioni (tranne uno sbiadito segno posto poco dopo l'acquedotto), con la conseguenza che percorrerlo risulta essere piuttosto complicato, specie nella parte finale (quella iniziale, fino al Monte Roma, è comunque intuitiva da seguire) dove la traccia originale si perde ed una segnatura di colore giallo e rosso conduce ad un raccordo non presente in cartina che permette di raggiungere il vicino sentiero 73 (seguendo quest'ultimo si raggiunge poi effettivamente Fonte Avellana).

Mentre si sale a fianco dell'acquedotto il fondo stradale passa dall'asfalto al cemento, in un tratto molto duro che sale con pendenze notevoli, per poi mutare ancora di aspetto quando il cemento lascia spazio ad un fondo ghiaioso piuttosto dissestato, con scanalature evidenti dovute alle piogge invernali.

Questa parte del tracciato √® pi√Ļ comoda della precedente, la salita si fa meno dura e l'ambiente, caratterizzato da un bel bosco composto da alberi a basso fusto, √® molto fresco e piacevole.

Il sentiero termina sui prati sommitali del Monte Roma, incrociando la strada sbrecciata che sale anch'essa da Frontone, che va oltrepassata per salire a vista sul prato fino a raggiungere, in breve tempo, la panoramica vetta posta ad 848 metri di quota.

Da qui si discende nuovamente tagliando il prato sull'altro versante e ritrovando nuovamente la strada, che va seguita, proseguendo verso il Catria che si erge maestoso sullo sfondo, per diverse centinaia di metri, fino ad un passaggio piuttosto caratteristico in cui la strada è affiancata da alcune roccette.

In questo punto il sentiero dovrebbe abbandonare la carreggiata per scendere nel prato sottostante, tuttavia ancora una volta non esiste segnatura e, in questo caso, non esiste pi√Ļ nemmeno la traccia, per cui √® conveniente continuare a seguire la strada, in discesa, per un ulteriore mezzo chilometro, fino al punto in cui si incontra un bivio verso sinistra che conduce in breve nuovamente al sentiero.

Si ritrova dunque la traccia, ancora una volta senza la minima segnatura, che si inoltra comunque in maniera abbastanza evidente all'interno del boschetto circostante, all'uscita del quale si sbuca in una nuova zona aperta, che si attraversa per imboccare una traccia molto marcata caratterizzata da segni gialli e rossi.

E' questo il punto, già accennato in precedenza, in cui si perde definitivamente il tracciato originale e si può raggiungere il sentiero 73, e successivamente seguendo quest'ultimo la destinazione di Fonte Avellana, mediante il comodo raccordo che, comunque, allunga notevolmente il percorso rispetto alle indicazioni presenti sulla mappa.

In alternativa è possibile tagliare in discesa il prato, ignorando i segni, fino a raggiungere ancora una volta la strada bianca che sale da Frontone, proseguendo lungo la quale si giunge in breve tempo al Passo La Forchetta e quindi a Fonte Avellana, accorciando in maniera sensibile il percorso.

Questo sito usa cookies per migliorare la qualità del servizio offerto. Navigando su PesaroTrekking accetti il loro utilizzo.