Escursioni Monte Catria

La cima più alta della provincia ed il suo notevole massiccio.
Rispondi
Simone_85
Messaggi: 2
Iscritto il: 30/04/2014, 10:25

Escursioni Monte Catria

Messaggio da Simone_85 » 29/05/2014, 9:16

Buongiorno a tutti
pensavo insieme ad alcuni miei amici di programmare un escursione sul monte catria;
Potete consigliarmi qualche bel percorso??

Grazie

Avatar utente
Chris
Amministratore
Messaggi: 83
Iscritto il: 08/09/2013, 14:31

Re: Escursioni Monte Catria

Messaggio da Chris » 30/05/2014, 8:42

Ciao Simone, di percorsi ce ne sono molti e anche stupendi...
Per darti un consiglio adeguato sarebbe necessario sapere più o meno che tipo di difficoltà volete affrontare, se vi interessa raggiungere la vetta oppure non è strettamente necessario, se qualche tratto esposto rappresenta un problema oppure no...

In generale sul Catria per arrivare in cima c'è parecchio dislivello da affrontare, dal momento che i paesi sono a quote piuttosto basse... almeno 1000 metri sono necessari (anche se volendo ci sono strade che portano fin quasi in cima, ma non ne varrebbe la pena....)

Di quante ore dovrebbe essere l'escursione?

Simone_85
Messaggi: 2
Iscritto il: 30/04/2014, 10:25

Re: Escursioni Monte Catria

Messaggio da Simone_85 » 30/05/2014, 9:28

Per quello che riguarda la difficoltà preferiremmo una difficoltà intermedia (per intenderci non un sentierino che potrebbe fare chiunque, ma nemmeno un escursione difficilissima), per quello che riguarda la durata sarebbe cosa buona che riuscissimo a stare entro le 5/6 ore totali tra andata e ritorno...
Per tratto esposto cosa intendi di preciso?
Raggiungere la vetta non è strettamente necessario ma sarebbe interessante...

Avatar utente
Chris
Amministratore
Messaggi: 83
Iscritto il: 08/09/2013, 14:31

Re: Escursioni Monte Catria

Messaggio da Chris » 30/05/2014, 11:16

Per tratto esposto intendo un passaggio relativamente stretto con la presenza, da uno o entrambi i lati, di un dirupo... ad esempio nella foto seguente il passaggio esposto della cresta del Corno del Catria, probabilmente il più impegnativo di tutta la zona

corno.jpg
corno.jpg (357.18 KiB) Visto 212 volte
Ovviamente simili passaggi vanno affrontati solo se si è esperti, possono risultare pericolosi in presenza di condizioni meteo sfavorevoli o di condizione fisica non adeguata (per esempio, vertigini....)

Per quel che riguarda il consiglio, se volete fare la vetta potreste salire da Chiaserna per il sentiero 54, è una lunga cavalcata in cresta, ambiente molto aperto e panoramico (ed assolato...), privo di difficoltà tecniche ma con una pendenza importante..... in pratica si sale sempre, ed è abbastanza impegnativa. Sono 1200 metri di dislivello, il fiato viene messo a dura prova... ;)
Il ritorno va fatto per la stessa strada o per il 55 (conducono entrambi a Chiaserna), solo che quest'ultimo sentiero è stato abbastanza rovinato nella parte bassa, a causa dell'abbattimento della vegetazione da parte di una valanga di un paio di inverni fa, e successivo intervento di disboscamento per risistemare il bosco.... diciamo che ha perso parte del suo fascino....

Una cosa invece più semplice ma comunque appagante può essere l'anello del monte Acuto (la cima gemella, più bassa di 33 metri rispetto al Catria), composto dai tre sentieri 63, 64 e 65. In questo caso si sale in macchina fino a quota 1150 (rifugio Casetta Mochi) e si compie un giro completo attorno alla montagna, un bell'ambiente ma con un dislivello decisamente inferiore (non più di 500 metri per tutto il giro). Questo è un giro affrontabile da chiunque, eventualmente lo si può integrare con la salita verso la vetta dell'Acuto (sentiero 58) che se affrontata dal versante del rifugio Cupa delle Cotaline (altri 300 metri di salita) è duretta ma non esagerata (dall'altra parte, invece, è molto tosta)

Rispondi